007 Usa non valutano peso hacker su voto

Il rapporto dell’intelligence Usa sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali americane del 2016 – riportando le valutazioni di Cia, Fbi e Nsa – non arriva a sostenere che l’attività di hackeraggio russa non ha influenzato il risultato del voto, come afferma il presidente eletto Donald Trump. Lo scrive il New York Times, citando un passaggio del rapporto stesso, in cui si legge: “Non abbiamo fatto una valutazione dell’impatto che le attività russe hanno avuto sul risultato delle elezioni del 2016”. Analizzare i “processi politici” o l’opinione pubblica americana, si afferma ancora nel rapporto, andava oltre la sua responsabilità.

Anche il Washington Post, riportando le affermazioni di Trump in un comunicato secondo cui “non c’è stato assolutamente alcun effetto sul risultato delle elezioni”, scrive che in effetti il rapporto non affronta questo aspetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.