Gelo Arezzo, danni statua Ferdinando III

Sono state probabilmente le temperature rigide, scese ad Arezzo a meno sei, a provocare la contrazione della lancia metallica che è connessa alla mano della statua ottocentesca che ritrae Ferdinando III di Toscana nel centro storico di Arezzo, in piaggia del Murello, provocando il distacco del polso. Conseguentemente è caduta a terra una porzione di circa 10 centimetri per 5 di marmo: nessun danno a passanti o auto.

La lesione è stata scoperta stamani. La statua è stata messa in sicurezza dai vigili del fuoco intervenuti sul posto insieme alla polizia municipale e al sindaco Alessandro Ghinelli salito personalmente sulla scala per verificare i danni. Il polso della statua, già riparato nello stesso punto qualche anno fa, è stato “fasciato” per evitare altri distacchi e sarà sistemato definitivamente dalla Soprintendenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.