Spotify offre ‘lavoro’ a Obama

ROMA – Il passaggio di consegne con Donald Trump è ormai alle porte ma per il presidente americano uscente Barack Obama è già pronta un’offerta di lavoro su misura. A lanciarla è Spotify, piattaforma per la musica in streaming, che per l’inquilino uscente della Casa Bianca ha aperto una posizione ad hoc: “Presidente delle Playlist”.

Raccogliendo una recente battuta dello stesso Obama – sulla possibilità appunto di trovare lavoro da Spotify una volta lasciato l’incarico presidenziale, riporta la Bbc – il ceo della compagnia svedese Daniel Ek gli ha twittato la sua proposta. Tra le posizioni aperte della piattaforma, pubblicate online, c’è quella di “Presidente delle Playlist”. Nei suoi due mandati da presidente Obama è stato particolarmente attivo sulle piattaforme online e social. Su Spotify è presente dall’agosto 2015 e da allora ha condiviso con gli utenti diverse playlist della sua musica preferita, che spazia da John Coltrane, Frank Sinatra a Beyoncé.

I requisiti per proporsi all’incarico di Spotify non lasciano spazi a molti altri candidati: bisogna avere 8 anni di esperienza alla guida di una nazione importante e un premio Nobel per la Pace. Tra le responsabilità dell’incarico ci sono quelle di utilizzare “tutta l’intelligence disponibile” per analizzare i dati delle playlist e di fornire “una leadership mondiale alla redazione e allo staff”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.