Samsung: -3,45% a Borsa Seul con ipotesi arresto Lee

Samsung Electronics crolla alla Borsa di Seul sull’ipotesi che la procura speciale, la quale indaga sullo scandalo per corruzione che coinvolge la presidente della Repubblica Park Geun-hye e la confidente Choi Soon-sil, possa portare all’arresto del vice presidente Lee Jae-yong, capo de facto della conglomerata sudcoreana. I titoli Samsung chiudono a -3,45%, a 1.873.000 won, sui minimi intraday.

Lee ha subito un interrogato di 22 ore ed è stato rilasciato solo questa mattina. La decisione sull’arresto sarà presa entro domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.