Arrivano ‘giurie’ per pagelle a statali

Nuove regole per gli organismi indipendenti di valutazione delle performance, le cellule ‘giudicatrici’, garanti delle ‘pagelle’ degli statali e a cui spetta di mettere il voto agli alti dirigenti della Pubblica Amministrazione. D’ora in poi le amministrazioni non potranno più pescare dove vogliono i membri degli organismi di valutazione (detti Oiv), ma dovranno attingere da un apposito albo: un elenco nazionale di cui si fa carico il dipartimento della Funzione pubblica, che ha già pronta una piattaforma online ad hoc.

Gli Oiv già esistevano ma ora si cambia e a mettere i paletti, al fine di raggiungere una maggiore indipendenza ed efficacia di valutazione, è un decreto ministeriale, firmato dalla titolare della P.a, Marianna Madia.Oltre all’elenco, vengono alzati i requisiti di integrità e professionalità: niente condanne o sanzioni disciplinari che vanno oltre la censura, necessarie la laurea vecchio ordinamento o specialistica e un’esperienza di almeno cinque anni.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.