Duterte, bombe su ribelli con ostaggi

(ANSA) – MANILA, 15 GEN – Il presidente delle FilippineRodrigo Duterte ha ordinato alle sue truppe di bombardare imilitanti di Abu Sayyaf che fuggono con i loro prigionieri, neltentativo di fermare un’ondata di rapimenti e fughe in mare,definendo l’inevitabile perdita di civili “danno collaterale”.

Duterte aveva già esortato le sue controparti Indonesia eMalaysia a bombardare le imbarcazioni per fermare i militantiche rapiscono i marinai nelle acque al confine tra i tre Paesi ea condurre i rapiti nel sud delle Filippine. Ora l’invito èdiventato un ordine rivolto ai propri soldati. Duterte ha dettoin un discorso ad imprenditori di Davao che Marina e Guardiacostiera hanno ricevuto precise istruzioni: “in vista dirapitori che tentino la fuga, bombardate tutti”. “Qualcuno dice,’e gli ostaggi?’ Mi dispiace, danni collaterali”. Questoapproccio – ha spiegato – metterebbe il governo in grado difronteggiare i ribelli in cerca di riscatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.