David Hockney, l’arte come sperimentazione

Dalla pittura al disegno, dalla fotografia al video: sarà il racconto di più di mezzo secolo di attività la retrospettiva dedicata all’eclettico artista inglese David Hockney, allestita alla Tate Britain di Londra dal 9 febbraio al 29 maggio. Tra lavori in prestito provenienti da musei di tutto il mondo e da collezioni private (alcuni ancora mai esposti in pubblico), il percorso espositivo offre al visitatore la possibilità di osservare da ‘vicino’ il mondo dell’artista, fin dagli inizi della carriera grande sperimentatore e tra i massimi esponenti dell’avanguardia anglosassone negli anni ’60 del secolo scorso. Nella mostra trova spazio l’intera parabola artistica di Hockney, dalle prime tele dedicate a temi personali come gli amici e la famiglia fino alle opere più recenti con i paesaggi dello Yorkshire e gli esperimenti pioneristici che uniscono il cinema al disegno digitale. Tra i dipinti esposti, anche quelli legati all’esperienza americana, con la casa e il giardino dell’artista raffigurati in anni diversi da varie angolazioni, come Hollywood Hills House (1980) e Red Pots in the Garden (2000).(ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.