Siria: offensiva Isis nell’est, 120 morti

Più di 120 persone, tra miliziani e civili, sono morti negli ultimi tre giorni di scontri armati nell’est della Siria, nel capoluogo di Dayr az Zor dove l’Isis ha attaccato posizioni governative nella zona ricca di giacimenti petroliferi e non lontana dal confine iracheno.

L’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus) riferiscono dell’uccisione da domenica scorsa di 122 persone, tra cui 27 civili compresi donne e minori, e 95 tra militari lealisti e miliziani dello Stato islamico. I civili, precisa l’Ondus, sono morti in raid aerei o di artiglieria sia nella zona controllata dall’Isis sia nell’area in mano alle forze di Damasco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.