Coppa Italia: Roma Sampdoria. Spalletti: “Nessun esperimento, gioca chi vince”

“La partita di domani è da dentro o fuori, non ti puoi permettere di fare esperimenti. Io ho alzato un paio di coppettine, dopo ti sembra di cominciare una nuova vita. Ti senti più sicuro, più forte, e la Roma ha bisogno di vincere”. Così Luciano Spalletti alla vigilia della sfida di Coppa Italia con la Sampdoria. Il tecnico giallorosso ha poi aggiunto che “noi non siamo nelle condizioni di dire che domani si fa giocare chi ha giocato poco. Si fa giocare chi vince, chi porta a casa la vittoria. Noi abbiamo bisogno di serietà assoluta per la Roma, questo bisogna fare per crescere, e noi ultimamente siamo sulla buona strada. Domani dobbiamo portare a casa il risultato”. “Salah ha detto che sono ossessionato dalla vittoria? E’ vero, lo siamo tutti. E se dovessi dare un titolo a un libro sulla stagione della Roma fino a questo punto gli darei ‘Ossessione’. Dobbiamo per forza evidenziate il fatto che diamo il massimo in ogni momento. La vittoria per noi è un’ossessione, una ricerca continua e quotidiana. Dobbiamo saper dare tutto per la Roma e assorbire questa ossessione”.

Giampaolo: “Sampdoria deve giocarsela tutta” – “I primi tre ottavi di finale hanno mantenuto il pronostico, speriamo di essere la sorpresa e di sovvertirlo”. Marco Giampaolo, tecnico della Sampdoria, alla vigilia della sfida di Coppa Italia all’Olimpico con la Roma sogna l’impresa. “È una competizione che va giocata bene – spiega a SampTV – conosciamo la forza dell’avversario ma le partite non sono mai scontate, vanno giocate. Andiamo a Roma con tutte le migliori intenzioni, sappiamo che sono un avversario forte e di tutto rispetto ma ciò non toglie che la Samp debba andare a giocarsi la partita”. Giampaolo cambierà diversi elementi rispetto alla gara di domenica con l’Empoli con Djuricic a centrocampo e Dodò sulla fascia sinistra difensiva mentre in attacco tornerà Quagliarella dal primo minuto: “Il format della Coppa Italia favorisce oltremodo le squadre forti perché la gara secca è sempre in casa loro: per rendere il torneo più appetibile andrebbe rivisto tutto perché così è penalizzante. Il meteo? Le condizioni ambientali non ci hanno permesso di lavorare, sarà una gara da preparare sulla carta. Dovranno essere bravi i ragazzi a capire come giocarcela, faremo tanto video per approcciare la partita nella maniera giusta. Dobbiamo avere l’ambizione di poter arrivare in fondo ma non sono uno che si illude. La Samp deve pensare a una partita per volta e farlo nel migliore dei modi. Il presente è domani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.