Fiorentina, “Kalinic? Nessuno ha bussato”

“Su Kalinic non ci sono novità, e comunque le voci non lo turbano: stando alla mia esperienza Nikola è uno dei migliori professionisti che abbia mai conosciuto, ad ora la Fiorentina vuole tenere la sua rosa al completo”. Così il direttore sportivo viola Carlos Freitas sulla vicenda di mercato che riguarda l’attaccante croato, da tempo nel mirino dei cinesi del Tiajin.

“Corvino è stato chiaro anche ieri sera, nessuno ha bussato alla nostra porta – ha ribadito il ds – stessimo dietro a tutte le voci, a quest’ora non avremmo più una squadra. Comunque sia, noi saremo sempre pronti per intervenire”.

Antognoni, perdere Kalinic sarebbe molto negativo – “Kalinic è un giocatore importante per la Fiorentina, finora ha espresso un ottimo calcio e ha segnato tanti gol. Perderlo sarebbe molto negativo per noi”. A sostenerlo è Giancarlo Antognoni, da poco rientrato nell’organigramma dirigenziale della Fiorentina, in merito al tentativo dei cinesi del Tianjin di strappare ai Viola l’attaccante croato. “E’ chiaro che sostituire Kalinic non è facile, quindi la società dovrà pensarci bene”, osserva l’ex capitano e bandiera viola, facendo riferimento alla clausola rescissoria per il croato di 50 milioni. “Per Kalinic – aggiunge Antognoni a margine di un evento al Senato – c’è un discorso aperto perché c’è il mercato, ma di certo non c’è niente. C’è una clausola rescissoria su di lui e vediamo cosa accadrà. Ma in questo momento è ancora della Fiorentina. Se va via Kalinic sicuramente arriverà qualcuno non dico di pari valore, perché in questo momento è difficile, ma che possa ricoprire il suo ruolo”. Quanto al futuro di Federico Bernardeschi, “lui è un patrimonio della Fiorentina e per ora rimane da noi. Ma è sempre difficile ipotizzare che rimanga a vita, non c’è la certezza”, ha concluso Antognoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.