Yellen: “Vicini a piena occupazione, rialzo tassi graduale”

L’economia americana è vicina alla massima occupazione, ma anche alla stabilità dei prezzi. E questo garantisce aumenti dei tassi di interesse graduali: ritardare l’azione sul costo del denaro comporta il rischio di brutte sorprese. La presidente della Federal Reserve, Janet Yellen, mette in guardia su una possibile mancata azione della Fed sui tassi, prevedendo diverse strette fino al 2019.

A due giorni dall’insediamento di Donald Trump, che l’ha duramente criticata, le parole di Yellen si accompagnano a quelle contenute nel Beige Book, il rapporto sullo stato dell’economia che farà da base alle decisioni di politica monetaria della riunione del 31 gennaio-1 febbraio, la prima dell’era Trump. Nell’analisi effettuata dalle 12 Fed regionali si osserva come la ripresa americana continui a una velocità moderata, con le attuali condizioni del lavoro che spingono al rialzo salari e prezzi. A completare il quadro di un’economia in salute è la stabilità finanziaria, sulla quale pesano solo rischi moderati, grazie al maggiore capitale delle banche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *