Banche: verso profili debitori, no nomi

(ANSA) – ROMA, 2 FEB – Non i nomi dei grandi debitori delle banche che chiedono l’aiuto pubblico ma il loro “profilo di rischio e merito di credito”. Sono le informazioni che il Mef potrebbe dare periodicamente alle Camere se sarà approvato un emendamento al decreto salva-risparmio presentato dal relatore.

    Il testo, ancora all’esame della commissione Finanze, prevede infatti che nella relazione sulle ricapitalizzazioni preventive siano indicati appunto i profili di rischio di soggetti che hanno debiti ingenti “classificati in sofferenza”.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *