Comello, torno a musica, mio primo amore

Nei suoi progetti futuri c’è l’elezione a papessa o in alternativa almeno a presidente della Repubblica “perché non bisogna mai porsi limiti nella vita”. In attesa di salire sul soglio pontificio o al Quirinale, intanto Lodovica Comello, star dei social con oltre 6 milioni di fan e 10 milioni di visualizzazioni per gli ultimi tre singoli pubblicati, già nei panni di Francesca nella serie argentina Violetta che l’ha resa famosa, attrice al cinema per Fausto Brizzi, e ora conduttrice e volto di Tv8 (ha da poco archiviato la prima edizione di Kid’s Got Talent ed è attualmente impegnata con Singing in the Car), si prepara (per davvero), tra un impegno e l’altro, al debutto sul palco dell’Ariston per il suo primo (almeno per ora) festival di Sanremo, con il brano Il cielo non mi basta. “Torno al mio primo grande amore. Alla musica. Mi ero presa una pausa dopo i due miei dischi, ora mi ci rituffo”, spiega lei, all’ANSA, aggiungendo che la tv la diverte, “mi sento a mio agio, nella conduzione, ma il fil rouge della mia vita, da quando a sei anni ho afferrato una chitarra, è sempre stata la musica. L’unica certezza. I miei riferimenti? Jennifer Lopez e Beyoncè. Ma per la tv ho studiato soprattutto osservando Alessandro Cattelan, uno pazzesco”.

“Sanremo sarà il mio biglietto da visita per chi ancora non mi conosce, e un’occasione per ritrovare il mio pubblico”. Un pubblico ‘teen’ che grazie a lei potrebbe avvicinarsi al festival e che potrebbe spingerla parecchio in alto nel televoto. La 26enne artista friulana, però, non si sente agevolata: “ho fan dal Brasile, dall’Argentina, dalla Spagna: non credo che loro possano votare”, dice divertita aggiungendo che “non penso di vincere e se dovesse succedere, mi piace pensare che sia per le mie capacità e non per i follower”. Certo è che, se dovesse vincere, avrebbe tutte le carte per partecipare all’Eurovision Song Contest, che spetta di diritto al primo classificato al Festival. “Non mi dispiacerebbe andare a rappresentare il mio Paese, chissà”. Per la serata delle cover ha scelto le Mille bolle blu, un omaggio a Mina. “Un brano sbarazzino, ironico che mi darà modo di interpretare, quasi recitare, di osare, di divertirmi e di divertire. E di ballare, ma non troppo per non farmi mancare il fiato. Insomma cercherò di sdrammatizzare l’atmosfera solenne che c’è a Sanremo”, dice ancora la giovane. Dopo il festival Lodovica Comello, impegni tv permettendo, tornerà in studio per gli ultimi ritocchi al nuovo album di inediti che uscirà in primavera per Sony Music e che presenterà dal vivo in due live a maggio a Roma (il 19 all’Auditorium Parco della Musica) e Milano (il 26 al Teatro degli Arcimboldi).

“#Noi2 è l’hashtag che abbiamo scelto. Per sottolineare il legame che ho con i fan”. I due live anticiperanno una serie di eventi live in autunno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *