Migranti: Barbagallo, patto Mediterraneo

Da Lampedusa “isola coraggio” esempio “per chi invece vuole alzare muri”, il leader della Uil Carmelo Barbagallo lancia l’alleanza su “pace e lavoro” dei sindacati del Mediterraneo. Sull’isola, per firmare un primo accordo, la Uil ha riunito (organizzando il primo Meeting Internazionale ‘per un mare di pace e lavoro’) i sindacalisti di Israele e della Palestina, e di Tunisia (con Hassine Abbassi, premio Nobel 2015 per la Pace con il “National Dialogue Quartet” tunisino), Algeria, Marocco, Egitto, e Libia (con Nermin Sharif, la prima donna segretario generale del sindacato di un Paese del Nord Africa).E’ un alleanza che lancia subito una proposta concreta all’Europa: creare “un fondo in cui tutti Paesi membri facciano confluire risorse derivanti da forme di solidarietà fiscale”, alimentato “sul modello del cosiddetto 8 per mille attuato in Italia”, per realizzare “progetti idonei a creare lavoro in quelle zone prostrate dall’indigenza, dalla povertà e dalla guerra”.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *