Voluntary disclosure al via da martedì

Voluntary disclosure bis al via.

Il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, ha firmato il provvedimento che fissa le specifiche tecniche per la trasmissione delle istante di adesione. Si tratta dell’ultimo passaggio necessario per l’avvio dell’operazione. Dal 7 febbraio saranno aperti i canali telematici per presentare la domanda.

Oltre alle specifiche sono anche state integrate le istruzioni del modello per una gestione più semplice delle imposte sostitutive, dell’Ivie (l’imposta sul valore degli immobili all’estero) e dell’Ivafe (l’imposta sul valore delle attività detenute all’estero) e della relativa sanzione. Nessuna modifica invece al modello, ma un nuovo layout allo scopo di renderne più agevole la stampa.

L’Agenzia delle Entrate ha inoltre comunicato che i contribuenti che nel frattempo inviato il “vecchio” modello approvato nel 2015 dovranno ora provvedere a trasmettere il “nuovo” modello pubblicato sul sito delle Entrate, barrando la casella ”Istanza trasmessa in precedenza”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *