Governo blinda Visco, fiducia incondizionata ai vertici di Bankitalia

Fiducia “incondizionata” ai vertici della Banca d’Italia, a partire dal suo governatore Ignazio Visco. Il premier Paolo Gentiloni ‘blinda’ Visco dopo che il Fatto Quotidiano ha riferito dell’apertura di un fascicolo da parte della Procura di Roma – fascicolo che è al vaglio dei magistrati di Piazzale Clodio ma senza indagati né ipotesi di reato – dopo un esposto dell’ex a.d di Banca Intermobiliare (Bim) Pietro D’Aguì e della possibilità che questo possa influenzare la scelta di rinnovo o meno dell’incarico del governatore, in scadenza a novembre.

Fonti di Palazzo Chigi nel primo pomeriggio hanno smentito ogni ipotesi di collegamento tra l’esposto di D’Aguì e presunte valutazioni da parte del governo sui vertici della Banca d’Italia; vertici ai quali il Presidente del Consiglio conferma, ovviamente, la propria incondizionata fiducia. La Procura di Roma, scrive il Fatto, ha aperto un fascicolo in seguito a un esposto dell’ex amministratore delegato dell’istituto torinese sul comportamento della vigilanza all’epoca dell’acquisizione di Bim da parte di Veneto Banca tra il 2010 e il 2011, e negli anni a seguire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *