Bastardi di Pizzofalcone, si lavora alla terza serie

Finale con il botto, non solo di ascolti, ma con un attentato, o almeno è quello che appare, per I Bastardi di Pizzofalcone 2. L’ultima puntata della serie tratta dai libri di Maurizio De Giovanni e diretta da Alessandro D’Alatri con protagonisti Alessandro Gassmann (l’ispettore Lojacono) e Carolina Crescentini (la pm Piras) lascia lo spettatore senza fiato: una bomba sorprende i protagonisti della serie mentre sono a tavola nella locanda di Letizia, anche se nessuna immagine si vede nel dettaglio, se non quella dell’esplosione all’esterno, le battute tra gli amici, le bottiglie che stappano, i bei volti sorridenti, qualche frazione di secondo la bomba… poi scorrono i titoli di coda. Nessuna spiegazione. Stop immagini. Classico finale aperto. L’ultima puntata della serie prodotta da Rai Fiction con Clemart ha totalizzato su Rai1 una media di ascolto di 5 milioni e mezzo di telespettatori con il 23,4 per cento di share, confermandosi come il programma più visto della prima serata. Ma soprattutto tra i più commentati sui social al termine dell’episodio, con gli sfoghi e la protesta dei fan che chiedono a gran voce e al più presto la terza stagione. A togliere la riserva sulla terza stagione è il direttore di Rai Fiction Eleonora Andreatta: “E’ già in preparazione lo sviluppo della terza serie, che tornerà a mostrare i nostri protagonisti, tra cui va annoverata una Napoli inedita e piena di umanità”.

Andreatta tiene anche a ribadire che La seconda stagione è stato un nuovo successo di ascolti ed ancor più un’operazione editoriale importante, “grazie alla forza delle storie nate dall’invenzione straordinaria di Maurizio De Giovanni, alla bravura e generosità di tutto il cast a partire da Alessandro Gassman, e all’elegante regia di Alessandro D’Alatri la serie ha ottenuto un gradimento del pubblico che si è manifestato trasversalmente, e in particolare tra il pubblico con alto livello di istruzione con oltre il 28% di share”.

Nel gran finale dell’ultima puntata de I Bastardi di Pizzofalcone 2, c’è stata una esplosione. Ci saranno dei morti? Che conseguenze avrà questa esplosione? E chi ha deciso di prendersela con i Bastardi? E’ stata la mafia che ha agito per vendicarsi di quello che l’ispettore Lojacono (Alessandro Gassmann)ha fatto collaborando con la DDa.

Difficile a dirsi. Questo escamotage trovato dagli sceneggiatori e dal regista della seconda stagione de I Bastardi, permetterà agli autori di prendersi il tempo utile per capire come andare avanti ma anche agli attori di scegliere se restare o meno. Non ci sarebbero ovviamente motivi per tirarsi indietro, se non altri impegni di lavoro.

La seconda stagione della serie tratta sempre dai romanzi di Maurizio De Giovanni ha raggiunto l’obiettivo, che era quello di incollare davanti al piccolo schermo gli appassionati che hanno seguito con entusiasmo la prima stagione, andata in onda nel 2017.

Scrive Maria Grazia sul suo profilo, tra le più arrabbiate: “Scusate, ma è questo il modo di far finire i #BastardiDiPizzofalcone? Così, all’improvviso? E il frate? Io protesto”. Il frate in effetti non si capisce bene che fine ha fatto, ovvero quello sospettato di essere l’assassino dei vecchietti. “Quel gran bastardo di Maurizio di Giovanni scrive un utente”. – “Mica ci lascerete cosi’!!!” – è il commento di un altro. “Ma tornate vero?” La domanda più insistente. Oggi la riserva è stata sciolta è i fan possono dormire sonni tranquilli i bastardi di sono pronti a tornare….quando e in quanti poi è tutto da scoprire.

Ricordiamo il cast della seconda stagione: Aragona è Antonio Folletto mentre Ottavia ha l’intenso volto di Tosca d’Aquino e il commissario Palma quello di Massimiliano Gallo. Pisanelli è Gianfelice Imparato e Alex Di Nardo la giovane Simona Tabasco mentre Francesco Romano è Gennaro Silvestro. Letizia viene interpretata da Gioia Spazian. Infine, il nuovo arrivato Buffardi interpretato da Matteo Martari (presente anche nel cast de I Medici).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *