Ecco Champs-Elysees dopo la battaglia

Hugo Boss, Longchamp, Swarovski, Nespresso, Bulgari, Fouquet’s…gli Champs-Elysees il giorno dopo la battaglia sono irriconoscibili, 8 ore di devastazione sistematica, di incendi e di saccheggi hanno sfigurato la prestigiosa avenue parigina e le vie adiacenti, soprattutto la avenue Franklin D. Roosevelt.

Proprio l’incendio della banca Tarneaud, su avenue Roosevelt, è stato uno dei momenti più impressionanti della giornata di ieri, con le fiamme che si sono propagate a tutto l’edificio e l’evacuazione dei residenti. Una mamma con il bimbo – rimasti intrappolati al secondo piano – sono stati salvati dai pompieri.

In cenere anche decine di auto di lusso, moto, scooter mentre in cenere sono ridotte le due principali edicole di giornali del quartiere. Devastato anche lo store ufficiale del Paris Saint-Germain, con un video che circola oggi sui social di quello che sembra – dalla giacca – un poliziotto che, nella confusione, approfitta per portarsi via qualche maglietta del Psg.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *