Flat tax: Salvini, nel 2019 a lavoratori dipendenti

“Noi non abbiamo smesso di lavorare” sulla flat tax “giorno e notte”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, parlando con i giornalisti a Melfi (Potenza).

“Con questa manovra economica siamo già riusciti ad avvantaggiare tantissimi artigiani, partite Iva, commercianti, piccoli imprenditori, liberi professionisti, chi fattura fino a 65 o 100 mila euro: nel 2019 vogliamo entrare anche nelle case delle famiglie dei lavoratori dipendenti italiani”.

Ma mentre il vicepremier rilancia sulla misura al Mef circolano numeri impegnativi sulla flat tax: con due aliquote sul reddito familiare avrebbe un costo di 59,3 miliardi secondo un’ipotesi di simulazione datata 8 febbraio 2019 fatta al Ministero dell’Economia, e circolata in queste ore in ambienti parlamentari della maggioranza, sulla misura rilanciata in queste ore dalla Lega.

Del costo totale della misura, il peso della clausola di salvaguardia, secondo il documento, sarebbe di 4,4 miliardi.

Salvini inoltre a Melfi, sollecitato, è tornato anche sulle parole di Berlusconi sul governo e gli elettori giallo-verdi. “Governiamo bene a livello locale, ma se mi dà del coglione perché sto al Governo, io non sono permaloso però ritengo che in questi nove mesi per gli italiani abbiamo fatto tanto e andremo avanti anche per i prossimi anni”. “A livello nazionale la mia parola il mio impegno verso gli alleati e gli italiani valgono più di qualsiasi sondaggio o insulto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *