Consumi: Ismea, alimentari in ripresa +1,1% in sei mesi 2019

ROMA – Consumi alimentari in ripresa nella prima metà dell’anno che mettono a segno un incremento complessivo della spesa delle famiglie italiane dell’1,1% rispetto allo stesso periodo del 2018. E’ quanto emerge dalle elaborazioni Ismea sui dati Nielsen, dopo un 2018 chiuso con un deciso rallentamento del trend di crescita.

A fare da traino sono state soprattutto le bevande (+2% nel complesso), con vini Doc e spumanti che registrano un incremento della spesa del 5,6%, (nel 2018 segnava +4,8% rispetto all’anno precedente). In termini assoluti, sottolinea l’Ismea, le famiglie italiane hanno destinato oltre 50 milioni di euro in più negli ultimi 6 mesi all’acquisto di vini e spumanti. Stabili i consumi di acqua e bevande analcoliche, mentre segna una prima flessione la spesa per le birre che, dopo il +3% del 2018, torna sui valori del 2017. Tra i generi alimentari, Ismea indica segni positivi per gli ortaggi con +4,6% e +4,1% dei surgelai e i derivati di cereali dove spicca l’impennata degli acquisti di barrette ai cereali con +20% in volume e una spesa che supera, nei primi sei mesi, i 21 milioni di euro. Salgono anche salumi, carni e uova fresche.

Risultano stabili gli acquisti di frutta, mentre flette decisamente la spesa per gli oli extravergine sopratutto nel canale della vendita diretta, in una delle campagne produttive più scarse di sempre. Da sottolineare infine, conclude Ismea, che una referenza su quattro è stata acquistata nel semestre a prezzo scontato, a conferma della tendenza ormai consolidata da parte del consumatore di sfruttare ogni possibile occasione di risparmio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *