S. Cecilia, Kissin con Liszt

(ANSA) – Roma, 16 ott – “Per me conta solo la qualitàartistica”. Il grande pianista russo Evgeny Kissin parla delConcerto n. 2 per pianoforte e orchestra di Franz Liszt chegiovedi 17 ottobre alle 19:30 lo vedrà protagonista, diretto daAntonio Pappano, del secondo appuntamento della StagioneSinfonica dell’ Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Un’ operaparticolare del compositore ungherese, completata nel 1861, incui il pianoforte da un lato si contrappone all’ orchestra,dall’ altro tende ad integrarsi nel tessuto sinfonico. “Hosempre suonato repertorio virtuoso – dice -. A 20 anni hosuonato gli Studi Trascendentali di Liszt e già da teen ager laRapsodia Ungherese e Spagnola. Ho eseguito molte volte ilConcerto n. 1, che per anni non ho amato. Ho voluto affrontarequesti due concerti prima di diventare troppo vecchio. Ho ancoraabbastanza forza fisica per farlo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *