In Bulgaria il più basso uso del web in Ue

La Bulgaria ha la percentuale più bassa nell’Unione europea di persone di età compresa tra i 16 e 74 anni che ha utilizzato Internet negli ultimi tre mesi. Lo segnalano nuovi dati di Eurostat, resi pubblici oggi. La quota in Bulgaria è stata del 68% nel 2019, seguita da Romania (74%), Portogallo (75%) e Italia (76%), mentre la percentuale più elevata di utenti internet è stata registrata in Svezia (98%). La media Ue è attualmente dell’87%, mentre nel 2007 era del 57% e nel 2013 del 75%.

La percentuale di persone tra i 16 e i 74 anni che usa Internet è stata inferiore alla media dell’Ue nel 2019 anche in Grecia (76%), Croazia (79%), Polonia (80%), Ungheria (80%), Lituania (82%), Slovacchia (83%), Slovenia (83%), Lettonia (86%) e Repubblica Ceca (87%).

L’uso di Internet è cresciuto rapidamente dal 2007 al 2019, passando ad esempio dal 31% al 68% in Bulgaria, dal 24% al 74% in Romania e dal 33% al 76% in Grecia.Internet – rileva l’ufficio statistico della Ue – è utilizzato principalmente per inviare e ricevere e-mail (75%), per trovare informazioni su beni e servizi (68%), per la messaggistica istantanea (67%) e per la lettura di notizie online (63%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *