Assenza alla visita fiscale perché sotto la doccia: non c’è rilevanza disciplinare

La Cassazione civile, Sez. VI-lav. con l’ordinanza 18 luglio 2022, n. 22484 ha stabilito che la condotta di un lavoratore in malattia che si trovi sotto la doccia quando il medico dell’INPS suona per la visita di controllo non costituisce illecito disciplinare, anche alla luce del successivo comportamento diligente e collaborativo del dipendente medesimo, in quanto le ricadute della mancata visita sul trattamento economico della malattia e l’illecito disciplinare si pongono su piani ben distinti.

Abitazione di lusso: quale superficie è “utile” ai fini dell’imposta di registro?

Per qualificare l’abitazione come di lusso (a fini dell’applicazione della relativa imposta di registro) è ritenuta “utile” tutta la superficie dell’unità immobiliare diversa dai balconi, dalle terrazze, dalle cantine, dalle soffitte, dalle scale e dal posto auto, rientrando nel calcolo dei 240 mq anche le murature, i pilastri, i tramezzi e i vani di porte e finestre. A tali conclusioni è giunta la Cassazione con l’ordinanza n. 22690/2022.

Amministratore in prorogatio? Nessun diritto al compenso…

Di seguito l’articolo del Dott. Chiesi, pubblicato in Immobili e proprietà, n. 7/2022, Ipsoa, Milano.

L’art. 1129, comma 8, c.c. ha completamente ridisegnato l’istituto della prorogatio, da un lato, limitando sensibilmente il raggio di azione dell’amministratore uscente al compimento delle sole “attività urgenti al fine di evitare pregiudizi agli interessi comuni” e, dall’altro, disponendo che tali incombenze debbano essere assolte senza diritto a percepire ulteriori compensi dal condominio.