Appello irricevibile perché cartaceo anziché telematico: violata la CEDU

Pronunciandosi su un caso “francese” in cui si discuteva della legittimità della decisione assunta dalla Corte di cassazione francese che aveva annullato una decisione perché l’appello non era stato presentato telematicamente come previsto dalla legge, nonostante le difficoltà tecniche incontrate dall’appellante nel proporlo, la Corte EDU – Sez. V, 9 giugno 2022, n. 15567/20 – ha ritenuto, all’unanimità, violato il principio dell’equo processo sotto il profilo della violazione del diritto di accesso alla giustizia, tutelato dall’art. 6 della Convenzione EDU.

Prodotti agricoli e alimentari a Km0 e a filiera corta: in G.U. la L. n. 61/2022

La Legge del 17 maggio 2022, n. 61 “Norme per la valorizzazione e la promozione dei prodotti agricoli e alimentari a chilometro zero e di quelli provenienti da filiera corta” (di seguito la “Legge”), già all’esame dalla Camera dei Deputati nel 2018, è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale lo scorso 11 giugno. Il tema di cui si occupa la Legge è oggetto di un complesso sviluppo normativo, dapprima regionale e da ultimo statale, in quanto di difficile bilanciamento delle competenze; difatti, le misure di promozione di tali categorie di prodotti appartengono, sia alla materia “agricoltura”, di competenza residuale regionale, sia alla materia “tutela della concorrenza” di esclusiva competenza statale.

Il (nuovo) rapporto fiduciario dell’amministratore di condominio

Di seguito l’articolo dell’Avv. Rizzo, pubblicato su Immobili & proprietà, n. 5/2022, Ipsoa, Milano.

In epoca di Covid-19, Superbonus 110% ed aggiornamenti formativi specialistici richiesti per effetto di nuove e recentissime pronunce giurisprudenziali, appare chiaro ai più quanto si sia trasformato il ruolo dell’amministratore condominiale e come, ora più che mai, acquisti rilevanza il vincolo fiduciario che lo lega ai propri amministrati. Alla luce delle nuove e sempre più pressanti responsabilità individuabili, analizziamo l’elemento costituito dal rapporto di fiducia che, unitamente alla diligenza professionale richiesta, qualificano e caratterizzano il mandato assembleare, evidenziandone contenuto, limiti ed eventuali trasformazioni intervenute, con un occhio attento alle sue vicende estintive ed alle conseguenze legate al venir meno dello stesso.